Crea sito
Amore / Turismo

Il Parco della Valle del Curone e il più grande panorama sulla pianura lombarda.

Le passeggiate nel Parco del Curone, torrente brianzolo tumultuoso e ricco di vita, sono un’esperienza in una zona con una natura quasi ‘selvaggia’ ma con nicchie ecologiche ricche di fauna tipica e  boschi fitti , ultima testimonianza della ricca vegetazione che ricopriva la Pianura Padana prima del disboscamento medioevale. Sono ancora da scoprire fiori e piante prima di arrivare nella brughiera semi arida che lambisce le coltivazioni.
Si cammina sempre in una vegetazione quasi intricata, tra rocce calcaree, piccole colline di conglomerati. E’ una piacevole avventura  fare l’ escursione  ed immaginare la metropoli lontanissima, anche se…. a Montevecchia c’è il Santuario della Madonna del Carmine e qui dopo la scalinata di 180 gradini si vedono vasti spazi come da una teleferica o da una torre di avvistamento e si osserva  l’hinterlad milanese. Subito sotto la terrazza panoramica si vedono i vicini riquadri dei campi coltivati e poi si vede il profilo di Milano fino a CityLife.

Per arrivare a Montevecchia  si  prende il treno della linea trenord  fino a Cernusco Lombardone e poi si sceglie il sentiero n 2 per arrivare alla Chiesa ; si  costeggia la carrozzabile ma c’è un percorso a parte agevole per i pedoni e le biciclette. L’indicazione da seguire è quella per la Cà del soldato, una delle sedi del parco, fornita di piccolo museo naturalistico e area picnic, raggiungibile dopo la visita alla Chiesa, imboccando un sentiero ben segnalato.
Accanto alla Chiesa, una delle più panoramiche della Brianza, costruita tra il XVI e il XVII  vicino ad  una ‘vedetta’, un punto di avvistamento (Mons Vigiliae ovvero monte della vedetta, trasformatosi poi in Monteveglia, Montevegghia, Montevecchia) c’è l’antica villa, visitabile, di Gaetana Agnesi, famosa matematica.