Crea sito
Amore / Calcio

La Joya ritrovata! La juventus rimonta il Lokomotiv Moska grazie a Dybala

Ci troviamo alla terza giornata della fase a gironi della Champions League. La squadra di Maurizio Sarri si trova nel girone D al primo posto insieme all’Atletico Madrid.
Sarri decide di schierare un 4-3-2-1, e come al solito il mister non ci risparmia mai sorprese: nella posizione in cui tutti si aspettavano il numero 33, Federico Bernardeschi, troviamo un importante Rodrigo Bentancur, proprio alle spalle di CR7 e Dybala.
I russi si schierano con un 4-5-1, protagonista anche Joao Mario sulla destra, ex interista.
È stato un match a tratti statico, a tratti sofferto, ed infatti al 30’ arriva il gol del Lokomotiv, messo a segno da Miranchuk, il quale ha condotto davvero un bel match. Durante la ripresa i bianconeri sembrano voler prendere le redini della serata mal cominciata, ed ecco che al 48’ arriva il primo campanello d’allarme: un prezioso sinistro a giro al volo di Paulo Dybala che, purtroppo, non centra lo specchio della porta. Sempre nello stesso minuto Khedira viene sostituito da Higuain, lasciando così spazio ad un tridente colossale: lì davanti adesso ci sono il Pipita, la Joya e CR7. Tre qualunque, insomma. La Juventus spreca molte occasioni, sia sulle punizioni che sui corner. Al 77’ finalmente, su assist di Cuadrado, arriva la prima Joya: Dybala con il suo sinistro porta in pareggio i bianconeri. Dopo due minuti Sandro prova ad andare a segno ma Guilherme la respinge, ci pensa Dybala a compiere la magia: arriva la doppietta, la Juventus rimonta in casa il Lokomotiv Mosca. Dybala si gode gli applausi del pubblico, e quando è ora di uscire per far entrare Bernardeschi, parte un’emozionante standing ovation tutta dedicata al giovane argentino. Dopo tre minuti di recupero e un’altra occasione sprecata ai danni del Lokomotiv, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. La Juve ribalta il risultato con un bel 2-1. Questo risultato mantiene la Juventus al primo posto del girone accanto all’Atletico Madrid, a quota 7 punti. Il Lokomotiv Mosca è a quota 3, mentre il Bayer Leverkusen, ultimo in classifica è a quota 0 punti.
Davvero una grande serata per Paulo Dybala, il quale ha chiaramente ritrovato la Joya un po’ calata di tono quest’estate. Chissà se è ancora d’accordo chi esaltava lo scambio Dybala-Lukaku. L’argentino ha finalmente ritrovato la fiducia in se stesso, grazie anche a questi due gol -“ne avevo proprio bisogno!” afferma Dybala stesso- che in soli due minuti hanno ribaltato quello 0-1 che infastidiva l’Allianz Stadium, in particolar modo la Curva Sud rimasta in sordina fino all’ottantesimo minuto.
Sarri ha bisogno proprio di una Juve più fiduciosa, più sicura di se stessa, che scenda in campo con gli occhi affamati di vittoria, che abbia voglia di vincere e per vincere non basta puntare sul singolo, ma si deve puntare tutto sulla compattezza di un gruppo. I miei complimenti vanno anche al Mister Maurizio Sarri, il quale sta potendo attuare ciò che con il Napoli e il Chelsea non è stato possibile fare: impiegare tutta la rosa massimizzando le capacità di ognuno.
Brava Juve, bravo mister!

Julia Gambuzza