Crea sito

La verità dietro la coda agli armamenti degli USA

La verità dietro la coda agli armamenti degli USA
People wait in a line to enter a gun store in Culver City, Calif., Sunday, March 15, 2020. Coronavirus concerns have led to consumer panic buying of grocery staples and now gun stores are seeing a run on weapons and ammunition as panic intensifies. (AP Photo/Ringo H.W. Chiu)

In questi giorni di alta tensione per i danni provocati dal coronavirus tutti gli stati stanno correndo ai ripari. Ogni stato compatibilmente con il proprio bilancio sta cercando di trovare sempre più soldi da destinare alla sanità per cercare di sconfiggere il virus. Ma in questi giorni, per quanto riguarda l’emergenza coronavirus all’estero, gli abitanti statunitensi hanno fatto una cosa che ha lasciato il mondo sbalordito. Mentre tutte le persone nel mondo fanno la fila davanti ai supermercati per l’approvvigionamento di viveri, una gran parte dei cittadini si sono recati al negozio di munizioni più vicino per accaparrasi armi e munizioni. Ma perchè mentre il sindaco di New York De Blasio dichiara che New York è l’epicentro di CoVid19 gli americani comprano munizioni?
Diciamo la verità, l’immagine sopra della coda per le munizioni ci ha fatto sorridere ai noi italiani in piena emergenza virus, ha scatenato molta ironia sul web, ma dietro questo fenomeno c’è un’importante verità

Perchè gli statunitensi comprano armi?

La ragione di questo fenomeno che ci ha lasciati basiti nel vecchio continente ha radici molto più profonde che noi europei non possiamo comprendere. Per capire la mentalità e le leggi di derivazione puramente anglosassone bisogna esserci stati almeno una volta. Per farla breve il diverso sistema giurisprudenziale porta a mettere il cittadino come elemento fondamentale della propria difesa personale. Da qui va aggiunto il fatto che gli Stati Uniti gestiscono le emergenze diversamente agli altri Stati di diritto. Mentre in (quasi) tutti gli stati le emergenze vengono gestite assicurando i servizi basilari per la vita ai cittadini, negli Stati Uniti non funzioni così. Infatti quando avviene il “Lockdown” ovvero la chiusura di tutto il paese, i servizi minimi non vengono garantiti, vale a dire che, a titolo di esempio, la polizia non ha più il diritto di arrestare i ladri. Questo accade perchè tutte le forze sono impiegate per contrastare l’emergenza in corso, quindi tutte le attività che non sono pertinenti all’attività emergenziale non meritano di essere svolte. A questo proposito viene in contro alla popolazione statunitense il secondo emendamento, secondo cui viene sancita la libertà della difesa personale. Ed è proprio per questo che i cittadini americani sono corsi per il rifornimento degli armamenti. Se durante l’emergenza le autorità non saranno in grado di difendere la proprietà privata personale, è concessa comunque al singolo cittadino di farla rispettare al singolo cittadino, nel limite della sua proprietà.
Nel frattempo con lo scoppio dell’emergenza, Philadelphia città molto vicina a New York ha dichiarato lo stato di emergenza e con un comunicato stampa ha dichiarato di non poter più garantire i servizi minimi ai suoi cittadini, quindi sempre a titolo di esempio, non saranno più arrestati ladri, spacciatori, prostitute… per permettere ai poliziotti di contrastare l’emergenza coronavirus.