Crea sito
Amore / Turismo

Una passeggiata tra Italia, Svizzera e un pizzico di Germania

Splugen è un piccolo centro, poco dopo il Passo dello Spluga, a due ore e mezza da Milano in bus, dove si possono ammirare le montagne maestose del Gruppo delle Lepontine. Sono cime rocciose, non certo paragonabili alle Dolomiti, ma ugualmente suggestive perché nascondono piccoli laghetti o ampie valli di un verde intenso e ci sono anche cascate.Ci avviciniamo ai paesaggi svizzeri e soprattutto germanici. A Splugen ( alt.1475m), paese  coloratissimo per i numerosi fiori sui balconi, si erano insediati i Walser nel sec.XIII, antica popolazione tedesca, stabilitasi poi ai piedi del Monte Rosa in Val d’Aosta. Ci sono ancora le tipiche case walser con balconi fatti con strisce  di legno scuro  e il tetto caratteristico con le tegole di ardesia luccicante al sole. L’Hotel-Bodenhaus  è una elegante costruzione che spicca tra le altre e  ha ospitato anche Einstein e altri personaggi nel passato. Il cammino più interessante e relativamente breve parte dal centro del paese e prosegue fino al lago Sufers, formato dalla diga sul Reno Posteriore. All’inizio del percorso si stagliano i ruderi del Castello  medioevale che si può visitare internamente e, anche se piccolo, può creare un’atmosfera da farci sentire castellani, quel tanto da allontanarci dagli sfondi del paesaggio naturale.

Non si può non fare ‘ la sosta dello yogurt  fresco’ che viene venduto liberamente in un piccolo chiosco privo di persone. La Chiesa che si erge  tra le baite rurali è internamente tutta  di legno e intonaco bianco, senza immagini sacre, come tutte le Chiese Protestanti. La luce che illumina tutto il percorso è accecante perché le valli sono ampie, e il  turchese del  lago Sufers  risalta ancora di più. Il lago si vede bene anche  da lontano, senza percorrere il sentiero che lo costeggia.  Guardando intorno si pensa già    ad un  ritorno carico di progetti, magari nella stagione invernale, per praticare sport nella zona del Passo del S. Bernardino non lontano da Splugen, nel cantone dei Grigioni, però vicinissimo al confine con l’Italia, e quindi vicino alla val Chiavenna. Queste montagne segnano il confine tra tutta l’area montuosa a ovest e quella a est ossia  le Alpi Retiche.